Meridional Plast

Green

Il rispetto per l’ambiente e l’attenzione costante per i temi del riciclo e dell’economia circolare rappresentano, da sempre, i nostri valori cardine. E’ per questo che abbiamo messo a punto diverse soluzioni Green, pensate per conciliare qualità ed ecosostenibilità.

Le nostre shoppers bio-compostabili

Per i nostri sacchetti utilizziamo materiali biodegradabili e compostabili: una plastica amica dell’ambiente, perché può essere smaltita in massimo novanta giorni in impianti di compostaggio, a differenza delle centinaia di anni richieste dalle materie plastiche tradizionali.

Biodegradabilità e compostabilità

I termini “biodegradabile” e “compostabile”, spesso erroneamente usati come sinonimi, indicano in realtà due concetti differenti.

In base alla normativa UNI EN 13432 un prodotto può considerarsi biodegradabile se è in grado di decomporsi del 90% in molecole più semplici (acqua, anidride carbonica, metano), nell’arco di 6 mesi.

Un materiale compostabile, invece, non solo è biodegradabile, ma degradandosi si trasforma in compost, un fertilizzante naturale utilizzabile in agricoltura. Per essere tale, deve decomporsi almeno per il 90% entro 3 mesi.

I nostri sacchetti Green bio-compostabili li riconosci subito: sono certificati OK Compost da TUV Austria e riportano la dicitura di conformità alla normativa UNI EN 13432.

  • Le bioplastiche (o plastiche bio-based)

Per la nostra produzione utilizziamo plastiche naturali, realizzate in acido polilattico (meglio conosciuto come PLA), un materiale bioplastico innovativo, ottenuto dalla trasformazione degli zuccheri presenti in mais, barbabietola e canna da zucchero.

Dunque, una plastica che germoglia nei campi e che ha origine da fonti completamente naturali e rinnovabili. Dalla natura prendono forma i nostri sacchetti bio e alla natura ritornano, attraverso il compostaggio, seguendo un ciclo virtuoso.

Tra le plastiche naturali troviamo i film NATIVIA, certificati 4 stelle OK bio-based. Completamente biodegradabili e compostabili, possono essere smaltiti direttamente nell’umido (e non nella plastica, come avviene per i sacchetti biodegradabili tradizionali).

A seguito del processo di compostaggio industriale, i film NATIVIA si decompongono in breve tempo in CO2, acqua e humus, principale nutriente per il suolo.

  • Nessuno spreco e riduzione dell’impatto ambientale

I temi del riciclo e dell’economia circolare coinvolgono tutte le fasi del nostro processo produttivo, dalla scelta delle materie prime al reimpiego degli scarti di lavorazione.

Da tempo, infatti, collaboriamo con fornitori attenti al rispetto per l’ambiente, al recupero dei materiali e alla riduzione delle emissioni.

Inoltre, nell’ottica di un utilizzo ottimale delle risorse, acquistiamo ed utilizziamo granulo ottenuto dalla selezione e lavorazione di rifiuti raccolti in maniera differenziata.

Ma non solo! Grazie ad un impianto di rigenerazione interna, provvediamo a riciclare e riutilizzare tutto il materiale di scarto prodotto in azienda, che verrà poi destinato alla realizzazione di nuovi sacchetti conformi alle normative vigenti.

In questo modo riduciamo significativamente gli sprechi e l’impatto ambientale.

Come funziona? A seguito della sagomatura delle nostre shoppers,  il materiale di scarto viene raccolto e rimacinato nella macchina rigeneratrice, conosciuta anche come “trafila”. In questo processo, il materiale plastico di scarto viene trasformato in granulo compostabile attraverso la fusione, e viene poi miscelato e convogliato in un estrusore, dotato di un gruppo di stampa, dove viene nuovamente fuso e trasformato in film plastico.

Nelle fasi finali del processo di rigenerazione il materiale transita nella macchina stampatrice che utilizza un particolare inchiostro ad acqua, adatto per la stampa di materiali biodegradabili.

Certificazione PRS Green Label 2020

La plastica che utilizziamo nella nostra produzione è una plastica amica che germoglia nei campi, le sue componenti principali sono amido di mais e oli vegetali. Dalla natura prendono forma i nostri sacchetti bio e alla natura ritornano attraverso il compostaggio seguendo un ciclo virtuoso. Nel 2020 siamo stati premiati con la PRS Green Label.

Siamo, infatti, parte attiva di una rete sostenibile di produttori, convertitori, trasportatori e commercianti rispettosi dell’ambiente, che mirano ad organizzare un sistema efficiente di riutilizzo dei pallet. Assieme agli altri partners PRS, collaboriamo per un mondo circolare: in qualità di produttori di materie plastiche, forniamo informazioni sul luogo di spedizione dei pallet; i convertitori di polimeri, poi, separano i pallet e li restituiscono dopo l’uso; in seguito, PRS raccoglie e – se necessario – ripara i pallet, e li fornisce al cliente successivo. Dunque, contribuiamo insieme a ridurre gli sprechi e  migliorare l’ambiente.

Non tutta la plastica è nemica dell’ambiente

Al contrario di quanto si creda, la plastica costituisce una risorsa fondamentale ed insostituibile.
Grazie alle proprie caratteristiche peculiari, offre infatti numerosi vantaggi e, se correttamente utilizzata, ha un impatto ambientale notevolmente ridotto rispetto ai suoi sostituti carta e cartone.

La nostra plastica è leggera, economica e facile da lavorare, con un basso consumo energetico e minimo scarto finale. La lavorazione dei sacchetti di carta richiede invece un dispendio energetico maggiore, in quanto il materiale pesa dalle 4 alle 10 volte in più di un sacchetto di plastica, questo rende il prodotto finale anche più costoso.

Un sacchetto in plastica è resistente e riutilizzabile più volte e può essere facilmente riciclato completamente in ogni sua parte; al contrario, per la saldatura dei sacchetti in carta è necessario che la carta venga accoppiata a film plastico: questo vuol dire che l’imballo finito non è pertanto riciclabile e può essere solo smaltito in discarica ed in seguito incenerito.

Meridionalplast da sempre è vicina alla salvaguardia dell’ambiente e opera trovando soluzioni nuove, funzionali, ecologiche e gentili, per il benessere di tutti.